Neerlandia

Neerlandia

Array

Delle attività industriali che si affacciavano in passato lungo il fiume Vaartsche Rijn nel quartiere Hoograven di Utrecht sono rimaste pochissime tracce. Dopo anni di disuso, la maggior parte delle fabbriche e delle loro ciminiere sono crollate o sono state demolite. La stessa sorte sarebbe dovuta toccare anche alla fabbrica Neerlandia.

L’edificio fu costruito nel 1914 e dal 1932 la “Draadindustrie Neerlandia” si occupò della produzione di   chiodi e cavi di ogni genere, i quali venivano stoccati negli 8 magazzini compresi nell’area della fabbrica. Dal 1973 al 2002 l’edificio fu adibito al commercio di stracci e rottami, dopodiché venne completamente abbandonato e cadde in rovina.

“Sono rimasto immediatamente affascinato da questa vecchia fabbrica abbandonata. Il tetto di questo monumentale edificio era in gran parte crollato e attraverso di esso crescevano piante e alberi.”Jan Poolen, ZEEP Architects

Solo le monumentali facciate a sud e ad ovest della fabbrica sono state mantenute, anche se non interamente. “L’edificio originale era considerevolmente più lungo di adesso - circa 100m in confronto ai circa 92m di adesso – ed è stato letteralemente tagliato via per creare spazio per la nuova strada e per le case costruite a est dell’edificio”.

Finestroni in perfetto stile industriale

Le vecchie facciate sono state equipaggiate con nuove finestre in alluminio di alta qualità che ricordano le originali finestre in acciaio. L’arch. Poolen racconta: “Le finestre originali in acciaio erano realizzate con diversi pannelli di vetro sorretti da profili sottili, caratteristica che è stata riprodotta fedelmente grazie ai sistemi in alluminio Reynaers. Originariamente, le uniche finestre presenti erano collocate molto in alto e, ovviamente, dovevamo prevedere un numero maggiore finestre per gli appartamenti realizzati all’interno della vecchia fabbrica. Costruendo i garage interrati sotto la fabbrica, siamo riusciti a mantenere intatta la facciata al piano terra e ad aggiungere nuove finestre, appena sotto quelle già esistenti”. 

La lunga facciata sud ha un alto livello di esposizione al rumore a causa della vicina autostrada, motivo per cui sono state montate doppie finestre. La finestra interna può essere aperta, mentre la finestra con vetro multistrato esterna fissa garantisce un livello eccellente di isolamento acustico e prevede uno spazio di 80 mm nella parte superiore ed inferiore per la ventilazione. 

Eleganti finestre in alluminio dai contorni sottili sono state installate nella navata, mentre per le aperture nella facciata che dà sul molo sono state scelte finestre in alluminio di grandi dimensioni. Le strutture alberghiere e di ristorazione si trasferiranno presto in questo spazio al piano terra.

La nuova facciata tra passato e presente

La nuova facciata ad est ha un design moderno, caratterizzato da un aspetto industriale. All'interno di una cornice di travi a vista in acciaio nero, la facciata è stata rivestita con lastre di alluminio anodizzato color bronzo. In questa cornice è esposta un'immagine della fabbrica Neerlandia prima della ristrutturazione, creata utilizzando fogli di alluminio perforato.

Nella facciata sono state inserite alcune finestre a nastro in senso orizzontale e verticale. Dalla grande nicchia ricavata nella facciata si accede al parcheggio e alla strada interna tra le residenze. La balaustra in acciaio corten protegge infine la scala antincendio e conferisce dinamismo all’intera facciata.

Serramentista: 
Alkondor
Architetto: 
Array
Località: 
Utrecht, Olanda View on map
Fotografo: 
Jan Willem Schouten
Altri partner: 
Lithos Bouw & Ontwikkeling (General Contractors) Array Brons Constructeurs & Ingenieurs (Construction managers)