Heaven 11

Heaven 11

La famosa Costa del Sol deve il nome dalla sua particolare esposizione al sole; i residenti godono infatti di 325 giorni di sole all'anno. Oltre all'esclusività della zona, l'esposizione al sole è un fattore che consente di immagazzinare abbondante energia solare in tutti gli elementi incorporati nel design della villa. L'energia solare è stata infatti sfruttata attraverso pannelli solari termici, vetri termoriflettenti e pannelli solari nascosti per riscaldare le piscine. Questi elementi sono stati integrati con altri interventi per garantire la massima sostenibilità, come coperture per piscine a scomparsa, pompe di calore ad aria, condizionamento ad acqua refrigerata, illuminazione a LED a basso wattaggio ed un sistema di irrigazione alimentato con acqua piovana per i giardini. Insieme, tutti questi elementi rendono la villa estremamente efficiente dal punto di vista energetico: per sei mesi all'anno è una casa a zero emissioni di anidride carbonica. Heaven 11 ridefinisce il concetto di residenza contemporanea adattando i principi classicisti ad una forma di architettura essenziale. Il capo architetto Manuel Ruiz Moriche spiega il concept alla base del progetto:

Lo studio Ark Architects ha recentemente completato la realizzazione della lussuosa residenza Villa Heaven 11 situata nel prestigioso complesso La Zagaleta, nel sud della Spagna, considerato il resort residenziale più esclusivo d'Europa. Lo sviluppo si trova a dieci minuti dall'affascinante Marbella, sulla Costa del Sol, da tempo frequentatissima dalle personalità più ricche e famose di tutto il mondo. La Zagaleta copre un'area di circa 900 ettari e comprende due campi da golf, club per soli residenti, accesso a yacht, un eliporto, un centro ippico, campi da tennis e altri servizi di lusso che vanno dagli chef stellati Michelin ai servizi legali e contabili. La proprietà privata recintata è protetta da terra e mare e dispone di uns servizio di sicurezza 24 ore su 24. La tenuta dispone di 230 case con altri 190 lotti ancora da sviluppare, con prezzi per le case finite che oscillano sulle decine di milioni di euro.

Per la progettazione della villa Heaven 11, il team dello studio Ark ha ideato un concept di progetto capace di combinare il massimo lusso con il massimo stile di vita in un'unica esperienza. L'idea progettuale era quella di integrare la villa nel paesaggio per creare un organismo quasi vivente radicato nel DNA del sito. I 5000 mq. offrono una visuale che include viste panoramiche sul Mar Mediterraneo, la costa dell'Africa, Gibilterra e la verdeggiante campagna montuosa di Serrania de Ronda. Queste viste spettacolari sono incorniciate in tutto il design in un approccio architettonico giocoso che intreccia elementi moderni e tradizionali in una serie di spazi abitativi funzionali, lussuosi e confortevoli. Gli elementi che caratterizzano lo stile di vita lussuoso della ricca clientela di La Zagaleta sono incorporati ovunque. I materiali sono stati scelti non solo per il loro fascino estetico, ma anche per funzionalità, durata e sostenibilità, attingendo da una ricca tavolozza di materiali naturali che esaltano la forma costruita. Gli interni sono realizzati con elementi in legno personalizzati, infissi in acciaio inox, marmo ed elementi in pietra tagliati a mano. Per gli esterni, gli elementi paesaggistici sono stati accuratamente selezionati ed includono piastrelle di ciottoli per il vialetto, illuminazione esterna speciale ed ampi giardini privati ​​con alberi e arbusti locali. Tuttavia, l'elemento principale che ha plasmato il concept ed il design della villa e che ha avuto la priorità su tutti gli altri è anche il più naturale di tutti: la luce.

La villa finita si estende per ben 2.320 mq. ed i luminosi spazi sono distribuiti su tre livelli.

Il design della villa comprende anche un certo numero di terrazze coperte ed aperte, realizzate allo scopo di fondere le funzioni esterne ed interne ed eliminare il più possibile il confine tra edificio e paesaggio. Il piano terra presenta un ingresso a doppia altezza tipico dei loft, con ascensori e vani scala decorati che conducono al piano superiore. Oltre il foyer si trova un sontuoso soggiorno a pianta aperta e la sala da pranzo con cucina con vista sul mare. Dall'ingresso si accede anche alle diverse camere da letto per gli ospiti con bagno privato e all'intimo salotto familiare caratterizzato da arredi sontuosi e da un accogliente caminetto. Oltre alle funzioni interne, i cortili e le terrazze si estendono all'esterno fino alla grande piscina a sfioro, bar e barbecue, area lounge, vasca jacuzzi ed ampi giardini paesaggistici.

Le camere al piano terra presentano grandi pareti vetrate che si affacciano su panorami mozzafiato con vista sull'oceano e sulle montagne. Al piano superiore della villa si trova invece la suite padronale ed altre camere da letto con grandi finestre che si estendono dal pavimento al soffitto e patio esterno. Il piano seminterrato si estende su di un'area molto più ampia rispetto al resto della villa ed è concepito come uno spazio di intrattenimento onnicomprensivo. Qui si trovano una palestra, cinema, garage fino a sei posti auto, appartamenti con ingressi indipendenti per gli ospiti o per il personale, una spa con bagno turco, una piscina a sfioro interna riscaldata ed una cantina su misura completa di sala degustazione.

“Heaven 11 è un progetto che si "spoglia" poco a poco, permettendo di scoprire spazi diversi in ogni momento e sfruttando in qualche modo le sensazioni di chi li abita, al punto che l'esplosione di luce naturale nell seminterrato di oltre 1.000 mq rende questo progetto una vera e propria esperienza sensoriale in tutti i suoi spazi.”

Il nome Heaven si ispira al prospetto principale del progetto, che era orientato a dare priorità all'apertura verso il mare. L'effetto (come spiegato ancora da Ruiz Moriche) è che:

“abbiamo voluto creare un rapporto diretto tra le viste sul mare ed il cielo azzurro del sud della Spagna, creando quella sensazione di poter fluttuare tra questi due spazi, proprio come essere in "paradiso".”

Questo tema è ulteriormente enfatizzato attraverso elementi reticolari e ritagliati in facciata e cantilever che estendono il motivo di "spogliatura", creando schemi di luci e ombre che si muovono e giocano con la luce del sole mentre filtra da diverse angolazioni durante il giorno. Le facciate servono anche a creare un senso di privacy per i residenti e gli ospiti, senza compromettere la sensazione di spaziosità e la connessione con il paesaggio e l'aria aperta. I giardini ospitano specie mediterranee autoctone, radicando letteralmente la villa nel suo dialetto geografico. Sia la piscina a sfioro interna, sia quella esterna presentano un design minimalista, in linea ancora una volta con gli elementi di lifestyle lussuoso che i residenti si aspettano, riducendo al minimo all'interno della tranquillità dell'acqua e della natura l'interruzione data dalla tecnologia o dalla forma costruita . All'interno, la villa dispone di arredi e finiture realizzati a mano e su misura ed è completamente equipaggiata con le ultime tecnologie dedicate alla casa intelligente, installate in modo discreto: le tende e l'aria condizionata sono programmate per adattarsi automaticamente ai cambiamenti dei livelli di luce e di calore nel corso della giornata, oltre a regolare automaticamente l'isolamento termico e l'irraggiamento solare per raggiungere una maggiore efficienza sotto il punto di vista dei costi e della manutenzione.

Lo studio Ark è stato incaricato sia della progettazione architettonica, sia della costruzione del progetto, il che ha apportato vantaggi significativi nei rapporti con i fornitori. Con la luce concepita come materiale chiave nella filosofia progettuale, la villa richiedeva una pianificazione dettagliata e soluzioni all'avanguardia. Ark si è quindi rivolta a Reynaers Aluminium, specialista in soluzioni in alluminio per l'involucro, ed è da subito iniziata una collaborazione per trovare le giuste soluzione di vetratura che potessero realizzare la loro visione sia dal punto di vista estetico, sia funzionale. Dato l'elevato volume di metallo e vetro necessario per realizzare le grandi finestre estese dal pavimento al soffitto, è stata scelta la gamma di soluzioni Reynaers più adatta. Queste innovazioni hanno consentito la massima libertà di progettazione agli architetti in termini di miglioramento della luminosità e delle viste sull'esterno, pur mantenendo i più alti standard di qualità, sostenibilità, comfort e sicurezza. Manuel Ruiz Moriche spiega come la filosofia della luce come materiale alla base del progetto sia stata applicata nella creazione di un approccio di vetratura personalizzato in conformità con le qualità geografiche uniche del sito:

“Capire l'orientamento del sole in qualsiasi periodo dell'anno, il vento, lo stile di vita e quali viste si vogliono inquadrare è indispensabile. A questo proposito, abbiamo incluso diversi gradi di protezione solare in quanto è necessario ridurre l'impatto dei raggi UV.”

Reynaers Aluminium è considerata un vero e proprio pioniere nel sostenere la costruzione eco-compatibile; infatti, le soluzioni di vetratura Reynaers sono state scelte proprio grazie alla loro capacità di massimizzare le viste sull'esterno, ma anche di fornire i massimi livelli in termini di prestazioni termiche. L'eccezionale tenuta all'acqua e al vento minimizza da un lato le perdite termiche, massimizzando dall'altro il guadagno dal punto di vista termico.

Per la transizione dagli spazi interni agli spazi terrazzati all'aperto sono stati utilizzati i sistemi scorrevoli Reynaers "Concept Patio" (CP 68 e CP 155). Il sistema CP-155-LS nella variante alzante scorrevole ha consentito di realizzare una soluzione con profilo sottile ad alto isolamento in grado di adattarsi alle grandi dimensioni richieste, oltre a consentire la realizzazione di angoli fissi in vetro che riducono al minimo i disturbi alla visibilità. Questa soluzione consente inoltre di installare grandi lastre di vetro all'interno di monorotaie in alluminio prima dell'installazione in cantiere, migliorando la gestione logistica dei grandi serramenti. Oltre ai telai in alluminio, caratterizzati da elevata stabilità, l'alluminio stesso è considerato un materiale "green", grazie alla sua durata e riciclabilità pressochè infinita. Il sistema ultra minimale Hi-Finity di Reynaers è stato scelto per realizzare le eleganti finestre che si estendono dal pavimento al soffitto e da parete a parete con profili completamente nascosti. Per le finestre apribili sono state invece scelte le soluzioni a battente "Concept System" di Reynaers (in particolare, CS 77 e ES 50) in quanto consentono l'intallazione di doppio o triplo vetro ed offrono dverse tipologie di apertura per realizzare finestre apribili verso l'interno o verso l'esterno. Tutte queste soluzioni sono progettate per sopportare carichi di vento elevati senza la necessità di utilizzare lastre di vetro tradizionalmente pesanti. Grazie ad apposite soluzioni tecniche che consentono di allargare il telaio esterno, il sistema scorrevole CP 155 consente di realizzare elementi di grandi dimensioni alti fino a 3 metri. Oltre alla funzionalità visiva, le soluzioni in alluminio Reynaers offrono anche una sicurezza superiore, con un'elevata resistenza a fuoco, scasso, effrazione e persino proiettili. Data l'esclusività della proprietà, i parametri di sicurezza sono estremamente importanti per i potenziali acquirenti e hanno potuto essere ottimizzati implementando le soluzioni ad alte prestazioni di Reynaers.

Il risultato di questa collaborazione è una residenza unica e spettacolare, che integra perfettamente le funzioni di vivibilità, lifestyle e comfort all'interno di un luogo naturale e ricreativo molto ricercato. Le ultime innovazioni ecologiche e tecnologiche esprimono la proprietà come un'articolazione contemporanea del classico relax da resort. Questa qualità è ulteriormente intensificata dall'inclusione delle ultime novità in fatto di lussuosi arredi e finiture su misura per l'intrattenimento, il tempo libero ed il comfort. Villa Heaven 11 va oltre l'essere semplicemente una casa: è una vera e propria esperienza. Dando la priorità alle emozioni e al benessere degli abitanti fin dall'inizio e adottando un approccio organico al processo di progettazione, è stato intrapreso un viaggio sensoriale attraverso l'esperienza architettonica del muoversi attraverso i livelli della villa ed i vasti terreni. Intrinsecamente esperienziale, Villa Heaven 11 offre ai suoi occupanti una fetta di paradiso ultraterreno ancorato e radicato nella terra che sostiene la vita.

Architetto: 
Località: 
Wuustwezel, Spagna