Buftea Residence

L’UNIONE TRA FORMA, FUNZIONE, ESTETICA E NATURA 

Situata tra la foresta ed il lago Buftea, l’elegante villa realizzata in Romania coniuga forma, funzione ed estetica con la natura circostante. Disegnata dal suo stesso proprietario, l’arch. Razvan Oprescu dello studio LLOX Architecten, l’abitazione è delineata da solide pareti verticali sulle quali poggia il tetto piatto e da una spettacolare vetrata in cui si riflettono le acque del lago. Con uno stile chiaramente ispirato a quello delle opere dell’illustre architetto Mies van der Rohe, la casa rappresenta un esempio contemporaneo dell’applicazione dell’altrettanto celebre principio ‘Less is More’.

L’architetto Razvan Oprescu ha volutamente costruito un’abitazione multifunzionale per la sua famiglia (composta oltre a lui, dalla moglie e dai 3 figli adolescenti) sulle rive del lago Buftea, vicino alla sua casa d’infanzia. L’intera proprietà si estende per ben 3.200 m2: l’abitazione si estende su una superficie totale di 560 m2, a cui si aggiungono una piscina a sfioro, un campo da basket ed un’area dedicata all’home cinema. L’architetto spiega che il design della casa è estremamente funzionale e capace di rispondere ai differenti utilizzi che ciascun membro della famiglia ne può fare: party e divertimento, ma anche privacy, tranquillità e connessione con la natura circostante.  

Le grandi finestre e le ampie vetrate facilitano la transizione dagli spazi interni verso quelli esterni dando una sensazione di libertà, continuità e connessione con la natura.

L’influenza del principio ‘Less is More’

Durante tutto il processo di progettazione, Oprescu si è ispirato a Mies van der Rohe e al suo famoso principio ‘Less is More’, evidente in capolavori semplici eppure affascinanti come la Farnsworth House, famosa per le sue forti linee orizzontali, le planimetrie fluide e le ampie vetrate che si estendono dal pavimento al soffitto e consentono di aprire gli spazi interni sulla natura circostante.  

Il design di Oprescu per la sua nuova casa attinge chiaramente a quello utilizzato da Mies van der Rohe con una serie di pareti orizzontali su cui poggiano i 700 m2 del tetto piatto, il quale sembra galleggiare delicatamente sopra gli ampi ambienti interni open space, elegantemente incorniciati da contorni netti e sottili. Costruita su un unico piano, tutte le zone della casa sono facilmente accessibili, ma allo stesso tempo le diverse stanze sono disposte ad una giusta distanza tra loro per rispettare la privacy di ciascun membro della famiglia. Le grandi finestre e le ampie vetrate facilitano la transizione dagli spazi interni verso quelli esterni dando una sensazione di libertà, continuità e connessione con la natura.

CP 130 (-LS) Sistemi scorrevoli, CS 77 Finestre, CS 77 Porte e CW 50 Facciate continue - Villa Buftea Residence situato in Romania

La porta scorrevole ha un'apertura ad angolo che consente di estendere gli ambienti della cucina e della sala da pranzo all'esterno.

L’organizzazione degli spazi interni permette la connessione con la natura

Il fulcro sociale della casa comprende la zona giorno, la sala da pranzo, la cucina e la zona dedicata all’home cinema, per un totale di 190 m2. L’elemento centrale, quello che crea unità all’interno della casa, è sicuramente la facciata vetrata che copre una superficie di 70 m2 ed offre una vista spettacolare sul lago e sul panorama circostante. Il soggiorno e la sala da pranzo sono visivamente separate soltanto dal blocco verticale che ospita il caminetto: ciò consente un passaggio fluido tra un locale e l’altro, nel pieno rispetto del principio secondo cui la casa è stata concepita. 

La zona cucina è organizzata attorno ad un’isola lunga 4,8 metri e da qui si può accedere direttamente al patio esterno. Le altre cinque stanze che compongono la casa, ciascuna dotata del proprio bagno, sono distribuite in modo alquanto strategico. La camera da letto principale e l'ufficio si trovano vicino al centro sociale della casa. Le tre camere dei ragazzi sono collegate a questa stessa zona da un lungo corridoio che garantisce la privacy, ma allo stesso tempo consente un facile accesso. Tutte e quattro le camere godono di una splendida vista sul lago, mentre l'ufficio si affaccia sui boschi.

 

“Le soluzioni in alluminio Reynaers utilizzate sono tutte equipaggiate con il triplo vetro, cosa ancora un po’ insolita nel settore dell'edilizia in Romania.”Razvan Oprescu (LLOX Architecten)

Nuove soluzioni tecniche per realizzare le ambizioni del design

La vista sullo spettacolare paesaggio circostante e la connessione tra interno ed esterno sono stati i temi centrali della progettazione architettonica; per questo motivo, la casa è caratterizzata da pareti di vetro che si estendono complessivamente su una superficie di 130 m2. Le soluzioni in alluminio Reynaers utilizzate sono tutte equipaggiate con il triplo vetro, cosa ancora un po’ insolita nel settore dell'edilizia in Romania. Oprescu spiega: ‘L’architettura e le soluzioni tecniche che ho scelto non sono molto usuali in Romania. Di conseguenza, l’intera costruzione della casa, con i suoi ampi open space, la mancanza di pilastri e l’elevata attenzione per i dettagli sono stati la mia sfida più grande. Fortunatamente ho avuto la fortuna di poter contare su un contractor molto affidabile, che ha avuto la giusta apertura mentale, l’intelligenza ed il piacere di scoprire nuove soluzioni’. Oprescu si riferisce in particolare ai sistemi in alluminio utilizzati: CS 77 per porte e finestre, CP 130 per la grande porta scorrevole e CW 50 per la facciata che dà sul lago. La porta scorrevole installata in cucina rappresenta un elemento davvero sorprendente, capace di fornire un livello di comfort ancora maggiore grazie all’apertura ad angolo che permette di estendere il soffitto verso l’esterno, creando un comodo spazio coperto in cortile.

CP 130 (-LS) Sistemi scorrevoli, CS 77 Finestre, CS 77 Porte e CW 50 Facciate continue - Villa Buftea Residence situato in Romania

La tranquillità dentro e fuori

I materiali ed i colori delle finiture sottolineano la connessione della casa con la natura circostante. I pavimenti interni ed esterni e le pareti sono realizzati con il calcare naturale Vratza, tipico della zona. Le vasche da bagno, le finiture delle pareti di ciascun bagno e l’isola nel bagno principale sono realizzate in pietra naturale. Il pavimento in parquet nelle camera da letto e nell’home cinema è in legno di rovere oliato multistrato.

All’esterno, la piscina da 12,5 x 4,2 metri è stata immersa completamente nel paesaggio, creando il sofisticato effetto ‘a sfioro’. 

Il giardino è diviso geometricamente in due aree principali, ciascuna delle quali è chiaramente delineata dal materiale e dalla finitura. La parte antistante il lago è in erba, mentre la parte verso la foresta, che funge anche da ingresso alla proprietà, è rifinita con ghiaia calcarea dello stesso colore della facciata dell’abitazione. Le tinte ed i materiali uniformi, uniti agli alberi di platano ben allineati che circondano la proprietà, offrono una sensazione di quiete e sicurezza.

Progettare secondo una visione unificata 

A proposito dell’unione tra forma, funzione ed estetica con la natura e del ruolo del cliente con quello dell’architetto, Oprescu dice: ‘Mi considero il cliente più esigente che abbia mai avuto. Quindi in realtà, oltre ad essere un vantaggio, progettare la mia nuova abitazione è stata una vera e propria sfida. Il vantaggio ovviamente consisteva nel fatto che, progettando per me stesso, sapevo esattamente quello che volevo e quindi sapevo facilmente come soddisfare i bisogni funzionali e i requisiti estetici che avevo. Inoltre, dal mio punto di vista, l’architetto deve sempre saper trovare il giusto compromesso tra il sogno del cliente e le risorse finanziarie necessarie per realizzarlo. L’obiettivo in questo senso è stato anche più facile, dato che ero io stesso sia l’architetto, sia il cliente’.  

Serramentista: 
Località: 
Romania
Fotografo: 
Project solutions: 
CP 130 pocket solution